Comunicare

Nel Modo Giusto

CENTRO
CINOFILO
FUNNY DOG 

Crescere

Insieme

Rapporto

di Assoluta Fiducia

Articolo del Dott. Luca Scandone tratto dal sito http://www.adlersrl.it

Nei nostri cani, e principalmente in quelli di taglia medio grandi, l'arrivo dell'età  anziana, e quindi approssimativamente dopo i sette anni di vita, è facile che si evidenzino problematiche a livello articolare esattamente come capita spesso a noi esseri umani. La vita dei nostri amici a 4 zampe negli ultimi decenni si è molto allungata, e quindi tali problematiche stanno diventando sempre più frequenti. I nostri cani di taglia grande possono essere già  soggetti geneticamente a problematiche quali le displasie di anca, gomito o ginocchio, che se in età  giovanile possono essere ben sopportate, con l'invecchiamento possono portare il nostro cane a evidenti stati di dolore e difficoltà  nella deambulazione. Stiamo parlando principalmente di artrosi, ovvero un fenomeno fondamentalmente naturale che l'organismo animale mette in atto per contrastare il graduale deterioramento delle articolazioni dovuto al continuo utilizzo, esattamente come nei macchinari, le parti in movimento con il tempo stendono a rovinarsi. A causa del prolungamento della vita del cane e a causa di vari fattori ambientali e alimentari, oltre che per una selezione genetica sempre più incosciente, l'artrosi del cane e anche delgatto è una patologia molto comune. Per artrosi si intende un processo cronico degenerativo a carattere progressivo a carico delle cartilagini e dell'osso sub-condrale. Inizialmente si assiste ad una usura della cartilagine ialina associata a reazione del tessuto osseo sottostante con conseguente sclerosi ossea.

 

QUALI SONO I SINTOMI?
L'OSTEOARTROSI NEL CANE E' UNA PATOLOGIA SUBDOLA. Il cane non è un animale sensibile come l'uomo e si abitua a convivere con i primi disturbi senza cambiare vistosamente il suo stile di vita. Solo quando il dolore non è più gestibile per il cane e quando i vari sistemi di compensazione (masse muscolari, spostamenti posturali) hanno ceduto, SOLO ALLORA il cane manifesta vistosamente la sua difficoltà  ad alzarsi da terra, a saltare, a correre ed a giocare per lungo tempo fino alla grave zoppia e all'impossibilità  ad alzarsi e muoversi senza MANIFESTARE FORTE DOLORE.
Vediamo quali sono i vari stadi di progressione della patologia:
  • Stadio I: il cane rifiuta progressivamente di saltare, di fare esercizio e di correre; tenderà  a non appoggiarsi sull'arto colpito e a scaricare il peso sugli altri. Il soggetto cambia posizione a fatica, da sdraiato a seduto e viceversa, e il dolore risulta accentuato soprattutto nelle prime fasi del movimento, fino a manifestare vere e proprie zoppie (zoppia a freddo).
  • Stadio II: Il dolore aumenta e il cane geme nel movimento, fino a diventare mordace se viene forzato; si consiglia molta attenzione nel caso in cui esita la possibilità  che il cane interagisca con bambini. La sintomatologia si aggrava col freddo, in concomitanza con cambiamenti atmosferici, oppure in occasione di sforzi fisici importanti; in questi casi il dolore si acuisce le zoppie sono particolarmente evidenti.
  • Stadio III: Quasi inevitabile è il blocco della articolazione (anchilosi); questo meccanismo di difesa dell'organismo porta da un lato alla riduzione del dolore ma, dall'altro, impedisce il movimento fino ad annullarlo completamente.
DIAGNOSI
La diagnosi dell'osteoartrosi richiede un esame approfondito dell'animale.
Un'accurata e attenta manipolazione delle articolazioni consente di individuare le zone dolenti e di apprezzare il grado di coinvolgimento emotivo del cane.
Con l'ausilio delle radiografie si potrà  oggettivare il danno, comprenderne l'origine, valutarne la gravità  e formulare una prognosi. Ecco perché è estremamente importante una visita periodica dal veterinario.
 
I FATTORI DI RISCHIO
I fattori di rischio sono sei:
  • Età ,
  • Taglia,
  • Obesità ,
  • Traumatismo articolare,
  • Eccesso di attività  fisica durante la crescita,
  • Predisposizione genetica. Molte razze di grande mole come Rottweiler, Pastore Tedesco, Terranova, Golden Retriever, Labrador ecc, sono particolarmente predisposte a sviluppare Osteoartrite
 
COME GESTIRE LA PATOLOGIA
Purtroppo dall'osteoartrosi il nostro compagno non può guarire, c'è però consentito di fare molte cose per alleviare il suo dolore e consentirgli una terza età  serena.
  • CONTROLLO DEL PESO
ll mantenere un peso ottimale è fondamentale per prevenire ed in alcuni casi si può anche arrivare alla remissione della sintomatologia.
  • PROGRAMMA DI ALLENAMENTO SPECIFICO/FISIOTERAPIA
Una moderata e regolare attività  fisica contribuisce al mantenimento della mobilità  articolare evitando così l'anchilosi. Il nuoto si consiglia ai cani obesi con osteoartrosi mentre per i cani con displasia dell'anca si dovrebbe impedire di saltare e salire scale.
  • CONDROPROTETTORI: diete/integratori
Nella lista dei condroprotettori si trova: condroitin solfato, cloruro di glucosammina, anti ossidanti ed acidi grassi essenziali Omega3.
Questi hanno un'azione protettiva della cartilagine alla degenerazione, accentuando il metabolismo dei condrociti (cellule che costituiscono la cartilagine articolare, inibendo sia gli enzimi degenerativi che i mediatori dell'infiammazione.
  • FARMACI ANTINFIAMMATORI
Esistono oggi in commercio numerosi farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) ed in generale in veterinaria si preferisce usare questi,  in numerose formulazioni (compresse, gocce, iniettabili, compresse a somministrazione mensile), si tratta in generale di farmaci efficaci che necessitano però di essere monitorati con un attento controllo periodico dal Medico Veterinario.

Newsletter

News

Stage “Costruire il corretto rapporto con il cane. Gestione nella vita quotidiana e errori da non fare”

21 - 22 Ottobre 2017 Presso Centro Cinofilo Funny Dog Cannara, provincia di Perugia a 20 minuti da Foligno, 10 minuti da Bastia e Assisi
Stage di due giorni su
“Costruire il corretto rapporto con il cane
Gestione nella vita quotidiana e errori da non fare”

Uno stage dedicato al RAPPORTO, la relazione tra il proprietario e il suo cane. Questa relazione va costruita nel modo corretto, per poter avere un cane sereno e sotto controllo. L'argomento è molto vasto, ma in questo stage ci focalizzeremo sulla gestione quotidiana, per poter improntare un sano rapporto. Per avere una sana relazione, è importante avere le basi per comunicare con il cane, sapere cos'è la leadership, imparare a conoscere veramente il proprio cane per evitare conflitti inutili. Proprio perché ogni cane è differente, valuteremo i binomi singolarmente e analizzeremo insieme la vostra relazione per potervi dare spunti in più su cosa migliorare.

Sabato 21 Ottobre
Introduzione teorica: Costruire il corretto rapporto attraverso la gestione quotidiana
Valutazione dei Binomi con Analisi del Rapporto

Domenica 22 Ottobre
Introduzione Teorica: Recuperare il rapporto con il cane
Conclusione: Analisi e dibattito

Relatore: Ivan Farinazzo, addestratore ENCI, figurante ENCI, che da oltre 10 anni lavora in rinforzo positivo e con l'utilizzo della prossemica.
Prezzo: 90 Euro
Scadenza iscrizioni: 30 settembre 2017
Per informazioni: giulia@fundog.it – 333.8049492

Iniziare una relazione con qualcuno "pretendendo" è la cosa più sbagliata del mondo. Chi prende un cane, soprattutto il primo cane, parte con delle aspettative alte, molto alte. Sentiamo spesso le parole "deve amarmi", "deve amare le coccole", "deve amare stare in mezzo alle persone", "deve, deve e deve", solo "deve". Un rapporto va costruito, va alimentato, va sorretto. La figura del cane è veramente troppo idealizzata da sembrare quasi idilliaca, e questo sicuramente non aiuta. Il migliore amico dell'uomo. Deve essere così a prescindere. Da quando entra nella nostra casa, secondo molti, deve amarci a prescindere incondizionatamente. Ma non avete mai pensato che forse questo "amore", questo "rapporto" va conquistato? Con questo stage vorremmo farvi proprio capire questo, come far crescere il vostro rapporto, come migliorarlo, come iniziare con il piede giusto. Imparate a comunicare nel modo giusto con il vostro cane, almeno questo glielo dovete! 

#openyourmind con #funnydogperugia! Il nuovo modo di vivere il cane!

 

Seguici su Facebook

Segui il nostro canale 
TELEGRAM

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'