Comunicare

Nel Modo Giusto

CENTRO
CINOFILO
FUNNY DOG 

Crescere

Insieme

Rapporto

di Assoluta Fiducia

(...)

3. PROVE

Agility

L’obiettivo di questa prova è di superare un percorso completo di ostacoli di agility. Ci sono minimo 19 (diciannove) ostacoli e massimo 20 (venti). Tutti gli ostacoli devono essere affrontati nell’ordine e nel verso indicato dai numeri. I numeri devono essere posizionati dal lato corretto dell’ostacolo per indicare il verso in cui l’ostacolo deve essere affrontato. La prova di Agility deve includere la passerella, la palizzata, la bascula, e lo slalom a 12 (dodici) paletti. Altri ostacoli consentiti: tubi rigidi, tubo morbido, salti, gomma, salti doppi o “larghi”, muro, salto in lungo. Il tavolo non è consentito.

Jumping

L’obiettivo di questa prova è di superare un percorso senza ostacoli con zone di contatto. Ci sono minimo 19 (diciannove) ostacoli e massimo 20 (venti). Tutti gli ostacoli devono essere affrontati nell’ordine e nel verso indicato dai numeri. I numeri devono essere posizionati dal lato corretto dell’ostacolo per indicare il verso in cui l’ostacolo deve essere affrontato. La prova di Jumping deve includere salti e lo slalom a 12 (dodici) paletti. Altri ostacoli consentiti: tubi rigidi, tubo morbido, gomma, salti doppi o “larghi”, muro, salto in lungo. Nella prova di Jumping non sono ammessi la passerella, la palizzata, la bascula, il tavolo.

(...)

5.2 Tracciato del percorso

I percorsi saranno progettati con una distanza minima di 5 (cinque) metri tra gli ostacoli, utilizzando l’interpretazione del Giudice per le traiettorie dei cani grandi. Tuttavia, quando due tubi sono posizionati uno accanto all’altro o un tubo è vicino ad un ostacolo con zona di contatto, la distanza minima non si applica. Non c’è distanza massima specificata; tuttavia, si consiglia di progettare i percorsi con la maggioranza delle distanze tra gli ostacoli inferiori agli 8 (otto) metri.

(...)

6. ESECUZIONE STANDARD DEGLI OSTACOLI

Tutti gli ostacoli devono corrispondere agli standard e alle specifiche del WAO come descritte nel capitolo 8 e in Appendice 2. Di seguito una descrizione di come ciascun ostacolo deve essere eseguito e gli specifici errori che possono verificarsi sulle attrezzature.

Leggi tutto: Regolamento WAO Agility

(...)

Cap.2 - Scopi
1. L’Agility, disciplina aperta a tutti i cani, consiste nell’affrontare diversi ostacoli con lo scopo di evidenziare il piacere e l’agilità del cane nel collaborare con il conduttore. Si tratta di una disciplina sportiva che favorisce un’ottima integrazione del cane nella società.

2. Questa disciplina implica un’ottima armonia tra il cane e il suo conduttore che porta ad una intesa perfetta tra i due.
 
Cap.3 - Tipi di prove, gradi e classi d’altezza 

1. Le prove ufficiali riconosciute dallo CSEN sono aperte a tutti i cani meticci e non, di età superiore ai 18 mesi.
 
2. Tutti i binomi che partecipano a qualsiasi prova riconosciuta dallo CSEN dovrà essere in possesso del codice binomio.
 
3. Sono previste due tipologie di prove ufficiali in ciascuna gara:
a) Agility: comprendente gli ostacoli con zone di contatto.
b) Jumping: senza ostacoli con zone di contatto.
 
4. Le gare nazionali sono divise in due gradi ed entrambe vengono svolte secondo il regolamento WAO relativo al Biathlon:
a) Agility/Jumping Junior: è il grado di partenza aperta ai cani che non hanno ancora ottenuto le qualifiche necessarie per il passaggio in Agility/Jumping Senior.
b) Agility/Jumping Senior: aperta ai cani che nel grado Junior hanno ottenuto o 3 Podi con qualifica “Eccellente Netto” o 5 qualifiche “Eccellente Netto” senza podi nelle prove di Agility;

5. Per la prima iscrizione ad una gara CSEN ogni binomio dovrà iscriversi al grado JUNIOR. Potrà passare al grado SENIOR solo ottenendo i requisiti previsti da questo regolamento.
 
6. Il grado è legato al binomio; non al conduttore e non al cane. Questo vuol dire che un cane può gareggiare in un grado con un conduttore e in un altro grado con un altro conduttore. E viceversa. Per esempio un cane che normalmente gareggia in Senior con un conduttore, se portato da un altro conduttore dovrà partire la propria carriera da Junior. Allo stesso modo un conduttore che normalmente con un cane gareggia in grado Senior, con un cane diverso dovrà partire dal grado Junior. In ogni caso ciascun cane, per ogni gara, può gareggiare al massimo con due binomi diversi purché siano in categorie diverse.
 
7. L’organizzazione può prevedere, se non interferisce con il corretto svolgimento della prova, una prova di Avviamento all’Agility consistente in un giro di Jumping più palizzata (di seguito definita come Speedstakes) e una prova di Jumping con massimo 12 ostacoli ciascuna.
a) In questa prova il tracciato disegnato dal Giudice dovrà essere semplice e fluido.
b) Slalom e Gomma non potranno essere usate in questo tracciato.
c) Questa prova non fornisce punti validi per nessun campionato e non ha carattere agonistico.
d) A questa prova possono iscriversi tutti i cani con età superiore a 12 mesi.
e) La palizzata dovrà avere un’altezza massima di 1,5 metri.
f) La categoria avviamento avrà due categorie di ALTEZZA:
I) 200: in cui gareggiano i cani appartenenti alle classi 300 e 400
II) 300: in cui gareggiano i cani appartenenti alle classi 525 e 600.
g) Le altezze dei salti di questa categoria dovranno essere:
I) 200: 20 cm
II) 300: 30 cm
h) A discrezione del giudice ,potrà essere concesso l'utilizzo di premi durante il percorso.Il cane potrà essere premiato solo al termine del percorso.Nel caso venga utilizzato il cibo come rinforzo,questo dovrà essere tenuto in mano in un pezzo unico (es. barretta, wurstel ecc.)
i) In questa categoria non sono ammessi i "cani bianchi".

Leggi tutto: Regolamento Agility Csen 

 

Michela e Pepita sono arrivati  nella prova di Agility (Avviamento - 200) - Eccellente Netto
Michela e Pepita sono arrivati  nella prova di Jumping (Avviamento - 200) - Eccellente Netto
Michela e Pablo sono arrivati  nella prova di Jumping (Avviamento - 200) - Eccellente Netto
Simona e Ulisse sono arrivati  nella prova di Agility (Avviamento - 200) - Eccellente

Brave Vicky e Penny che siete riuscite a portare a termine il percorso, con alcuni piccoli errori... Ora si ri comincia a lavorare!!!

Leggi tutto: Gara Agility Csen 12 Febbraio

Cani e stress, un tema finora sottovalutato che acquista sempre più importanza.

Gli autori dimostrano nel loro libro che lo stress causa non solo negli umani ma anche nei cani difficoltà di apprendimento e di concentrazione e può portare ad anomalie del comportamento e causare malattie.

Nel libro vengono trattati i seguenti temi:

  • Definizione - che cosa è lo stress ?
  • Fattori di stress - cosa provoca lo stress nel cane ?
  • Segnali e conseguenze dello stress
  • Possibilità di diminuire ed evitare lo stress.

Martina Nagel e Clarissa v. Reinhardt mostrano con esempi concreti quanto importante possa essere lo stress nella convivenza quotidiana con il nostro cane, come riconoscere precocemente i sintomi e cosa possiamo fare per risolvere o addirittura evitare situazioni conflittuali.

Il testo è corredato da numerose illustrazioni.

Leggi tutto: Lo Stress nel Cane di Martina Nagel, Clarissa v. Reinhardt

Newsletter

News

Stage “Costruire il corretto rapporto con il cane. Gestione nella vita quotidiana e errori da non fare”

21 - 22 Ottobre 2017 Presso Centro Cinofilo Funny Dog Cannara, provincia di Perugia a 20 minuti da Foligno, 10 minuti da Bastia e Assisi
Stage di due giorni su
“Costruire il corretto rapporto con il cane
Gestione nella vita quotidiana e errori da non fare”

Uno stage dedicato al RAPPORTO, la relazione tra il proprietario e il suo cane. Questa relazione va costruita nel modo corretto, per poter avere un cane sereno e sotto controllo. L'argomento è molto vasto, ma in questo stage ci focalizzeremo sulla gestione quotidiana, per poter improntare un sano rapporto. Per avere una sana relazione, è importante avere le basi per comunicare con il cane, sapere cos'è la leadership, imparare a conoscere veramente il proprio cane per evitare conflitti inutili. Proprio perché ogni cane è differente, valuteremo i binomi singolarmente e analizzeremo insieme la vostra relazione per potervi dare spunti in più su cosa migliorare.

Sabato 21 Ottobre
Introduzione teorica: Costruire il corretto rapporto attraverso la gestione quotidiana
Valutazione dei Binomi con Analisi del Rapporto

Domenica 22 Ottobre
Introduzione Teorica: Recuperare il rapporto con il cane
Conclusione: Analisi e dibattito

Relatore: Ivan Farinazzo, addestratore ENCI, figurante ENCI, che da oltre 10 anni lavora in rinforzo positivo e con l'utilizzo della prossemica.
Prezzo: 90 Euro
Scadenza iscrizioni: 30 settembre 2017
Per informazioni: giulia@fundog.it – 333.8049492

Iniziare una relazione con qualcuno "pretendendo" è la cosa più sbagliata del mondo. Chi prende un cane, soprattutto il primo cane, parte con delle aspettative alte, molto alte. Sentiamo spesso le parole "deve amarmi", "deve amare le coccole", "deve amare stare in mezzo alle persone", "deve, deve e deve", solo "deve". Un rapporto va costruito, va alimentato, va sorretto. La figura del cane è veramente troppo idealizzata da sembrare quasi idilliaca, e questo sicuramente non aiuta. Il migliore amico dell'uomo. Deve essere così a prescindere. Da quando entra nella nostra casa, secondo molti, deve amarci a prescindere incondizionatamente. Ma non avete mai pensato che forse questo "amore", questo "rapporto" va conquistato? Con questo stage vorremmo farvi proprio capire questo, come far crescere il vostro rapporto, come migliorarlo, come iniziare con il piede giusto. Imparate a comunicare nel modo giusto con il vostro cane, almeno questo glielo dovete! 

#openyourmind con #funnydogperugia! Il nuovo modo di vivere il cane!

 

Seguici su Facebook

Segui il nostro canale 
TELEGRAM

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'